venerdì 14 febbraio 2014 ore 21:00

L'origine del mondo, foto Futura Tittaferrante

L’origine del mondo. Ritratto di un interno

Archivio

Spettacolo in tre atti
scritto e diretto da Lucia Calamaro
con Daria Deflorian, Federica Santoro, Daniela Piperno
disegno luci di Gianni Staropoli
realizzazione scenica di Marina Haas
una produzione 369gradi, PAV,  ZTL_pro 
in coproduzione con Armunia e Santarcangelo 41 Festival

L’Origine del mondo. Ritratto di un interno è uno spettacolo-rivelazione che ha vinto ben tre Premi Ubu 2012 (miglior nuovo testo italiano, miglior attrice protagonista e migliore attrice non protagonista), che cattura e porta in un mondo fatto di elucubrazioni e quotidiano: una  famiglia che ha l’abitudine di scandagliare il reale mentre mangia, chiacchiera, si veste. Una “casalinghitudine filosofica” che sbatte contro la propria comicità grazie e una lingua teatralissima e avvolgente. L’interno ritratto è la casa, dove vivono una madre e una figlia, dove arrivano altri personaggi della costellazione familiare, dove interviene programmaticamente la figura di una psicanalista, dove gli elettrodomestici sono simili a ingombranti, monumentali divinità.

L’Origine del mondo è scandito in tre atti irresistibili, dai titoli emblematici: Donna melanconica al frigorifero in cui madre e figlia insonni parlano e straparlano, assaggiando, annusando, masticando tutto quanto esce dal frigo. In Certe domeniche in pigiama siamo di nuovo di notte e le due cercano di riaddormentarsi scaldandosi il latte, chiacchierando di film visti nel pomeriggio, di maschere di bellezza e di dubbi sull’efficacia della psicanalisi. Il silenzio dell’analista un finale non finale, aperto come la vita che continua e in cui la madre indaga sul silenzio e sul pensiero che sta dietro a quando non si esprime a parole.

foto di scena Futura Tittaferrante

BIGLIETTI

intero €15,00
ridotto aziendale e gruppi aggregati (min 10) €12,00
ridotto giovani €8,00

Biglietteria