mercoledì 20 marzo 2019

Il piccolo clown

ContattoTIG 2018/2019

dai 3 agli 8 anni – scuola dell’infanzia e primaria

 

di Klaus Saccardo, Nicolò Saccardo e Natascia Belsito
con Klaus Saccardo e Nicolò Saccardo
voce fuori campo Soledad Rivas
scene Studio Quadrilumi – Michele Giovanazzi e Cristina Scardovi
disegno luci Federica Rigon
costumi Giacomo Sega
produzione Compagnia dei somari, ariaTeatro, Teatro delle Garberie

durata 45/50’
teatro d’attore e clownerie

“Casa. Sai dov’è, quando ci sei.
Ma a volte ti ritrovi un po’ lontano da casa,
e puoi aver bisogno di un piccolo aiuto,
per cercare la via di ritorno.”

Un piccolo clown si ritrova un giorno lontano dalla propria casa, e si affida così alle cure improvvisate di un contadino, poco incline alle relazioni, soprattutto a quelle con i bambini. I due devono imparare a conoscersi e a comprendere le esigenze l’uno dell’altro.

Le figure del clown e del contadino rappresentano due mondi diametralmente opposti: da un lato il mondo adulto, concreto, fatto di terra e di ritmi che si ripetono, e dall’altro l’universo bambino di gioco e di scoperta in cui tutto è possibile. Lo spettacolo vede in scena un padre, attore professionista, con suo figlio, un bambino di otto anni. In un lavoro senza parole, indagano sulle relazioni di scambio fra due generazioni, annullando le dimensioni verticali di processo educativo, a favore di un ascolto reciproco capace di costruire un legame profondo.

La vitalità del teatro attinge qui ad una relazione pura e significativa come quella tra padre e figlio, e l’abbandono della parola permette al percorso emotivo di irrompere sulla scena, in uno spettacolo curato, delicato e ricco di vita. La sua visione rimanda alla tenerezza e il divertimento de Il Monello, le impertinenze di Pinocchio e Geppetto, le scoperte di Little Nemo, in forma di antologia e sana dedica all’immaginario collettivo.

www.compagniadeisomari.it