lunedì 11 / venerdì 22 febbraio 2013

Rosso Malpelo

Archivio TIG teatro per le nuove generazioni 2012/2013

dalla novella di Giovanni Verga
letto e interpretato da Francesco Accomando
una produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

dai 14 ai 18 anni – scuola secondaria di II grado
Nelle aule scolastiche della Bassa Friulana

“Malpelo si chiamava così perché aveva i capelli rossi; ed aveva i capelli rossi perché era un ragazzo malizioso e cattivo, che prometteva di riuscire un fior di birbone”. Così Giovanni Verga introduce al lettore il giovane protagonista della novella, dando voce al pregiudizio popolare dell’epoca che associava i capelli rossi alla cattiveria. Sono in realtà le traversie della vita, la morte dell’amato padre, l’unico che gli riservava una qualche forma di affetto, il rapporto conflittuale con la madre che “aveva quasi dimenticato il suo nome di battesimo”, l’esclusione da parte della comunità, ad averlo reso apparentemente insensibile al dolore ed incapace di provare una qualsiasi forma di sentimento.

Racconto denso, documento storico sullo sfruttamento del lavoro minorile nell’Ottocento, Rosso Malpelo ci spiega i meccanismi sociali e psicologici che possono condurre all’emarginazione, originando comportamenti violenti e devianti.

Nell’interpretazione della novella si vuole restituire l’integrità del testo verghiano, ponendo l’accento su quei temi che possano risultare maggiormente vicini al vissuto degli adolescenti di oggi.

Francesco Accomando si è diplomato attore nel 1989, ha fatto teatro con Nico Pepe, Giuseppe Bevilacqua, Rita Maffei, Fabiano Fantini, Elio De Capitani, Massimo Navone, Alessandro Marinuzzi, Letizia Quintavalla, Bruno Stori, Cesare Lievi, Antonio Syxty, Gigi Dall’Aglio e tanti altri. Da anni conduce laboratori con insegnanti, bambini, ragazzi, giovani e adulti, diversabili, detenuti. Collabora con compagnie di teatro di base. E’ l’ideatore e il referente artistico del progetto di teatro per le nuove generazioni del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG.

Spunti per il lavoro in classe
Il problema del lavoro minorile: confronto tra la situazione ottocentesca e quella odierna.
La storia delle miniere dall’epoca romana ai giorni nostri. Dove si trovano le miniere oggi, dove vengono impiegati i bambini e perché.
Individuare i processi economico-sociali e le connessioni che legano il mondo industrializzato a quello dei bambini poveri del terzo mondo.
Il diverso approccio di Verga e Pirandello al tema dei carusi: Rosso Malpelo e Ciaula scopre la luna.
Verga precursore del romanzo moderno: confronto tra Rosso Malpelo e Capitani della spiaggia.
Confronto tra il cinema neorealista e la letteratura verista: La terra trema e I Malavoglia.

Letture consigliate
Tutte le novelle di Giovanni Verga
Invito alla lettura di Verga di Sarah Zappulla Muscarà
Giovanni Verga di Dino Garrone
Ciaula scopre la luna di Luigi Pirandello
Le parole sono pietre di Carlo Levi
Gli zii di Sicilia di Leonardo Sciascia
Capitani della spiaggia di Jorge Amado
Inchiesta del 1876 di Franchetti – Sonnino sullo sfruttamento dei carusi in miniera Articoli di Adolfo Rossi sul lavoro minorile nell’Ottocento

Visioni consigliate
Rosso Malpelo di Pasquale Scimeca, Italia 2007
La terra trema di Luchino Visconti, Italia 1948
Cavalleria rusticana di Amleto Palermi, Italia 1939
I Malavoglia di Pasquale Scimeca, Italia 2011

Da ascoltare
Cavalleria rusticana, un’opera di Pietro Mascagni