domenica 26 / domenica 27 agosto 2017

Teatro nei luoghi
decima edizione

Archivio Calendario

TEATRO NEI LUOGHI decima edizione
Rassegna di spettacolo itinerante in 17 Comuni
a cura di Prospettiva T – Associazione per la musica e la prosa

partner del progetto_ Associazione Mamarogi, Azienda per l’assistenza N.2 “Bassa Friulana Isontina”, Associazione Culturale Teatro Pasolini, A.S.D. Gente Que Sì, Consorzio Scenico, teatrino del Rifo
con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
e con la partecipazione di Associazione culturale Teatro Pasolini  e Fondazione Friuli

E’ stato presentato il nuovo programma di Teatro nei Luoghi, il progetto artistico curato da prospettiva T Associazione per la musica e la prosa, giunto alla sua decima edizione.
La proposta di Teatro nei Luoghi coinvolge e raccorda un intero territorio con i suoi 17 Comuni aderenti al progetto – Aiello del Friuli, Aquileia, Bagnaria Arsa, Bicinicco, Campolongo Tapogliano, Cervignano del Friuli, Chiopris Viscone, Fiumicello, Gonars, Palmanova, Ruda, Santa Maria la Longa, San Vito al Torre, Terzo d’Aquileia, Trivignano Udinese, Villa Vicentina, Visco –  e si realizza grazie al fondamentale sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e la partecipazione di Associazione culturale Teatro Pasolini e Fondazione Friuli. Per la sua realizzazione, Teatro nei luoghi conta inoltre sulla collaborazione di più partner con diversi ruoli – Associazione Mamarogi, Azienda per l’assistenza N.2 “Bassa Friulana Isontina”, A.S.D. Gente Que Sì, Consorzio Scenico, teatrino del Rifo.

Il progetto e il programma degli eventi e spettacoli sono stati illustrati nel dettaglio da Manuel Buttus di Prospettiva T – Associazione per la musica e la prosa.

Sono intervenuti alla presentazione del nuovo cartellone, Marco Cogato (Presidente Associazione Culturale Teatro Pasolini e assessore alla cultura del Comune di Cervignano),  Pietro Paviotti (Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Alberto Bevilacqua (Presidente CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, partner dell’Associazione culturale Teatro Pasolini), Lodovico Nevio Puntin (Consigliere d’amministrazione Fondazione Friuli).

Da dieci anni, Teatro nei luoghi ha sviluppato la propria progettualità e conquistato una riconoscibilità come rassegna itinerante di spettacolo dal vivo ideata per coinvolgere le comunità di un territorio ogni edizione più esteso. Quest’anno saranno in tutto 17 i Comuni che ospiteranno le 34 repliche del cartellone, con eventi da marzo a fine agosto 2017.

Nella progettazione del suo format, Teatro nei luoghi ha esplorato il territorio e ha dialogato con le amministrazioni comunali per individuare contesti ogni volta diversi e portare il pubblico alla scoperta di nuove location, atmosfere, contesti naturali, artistici, storico-architettonici, coniugandola con una proposta di spettacolo dal vivo.

Teatro nei luoghi  – fra marzo e agosto 2017 – accanto alle più tradizionali sale civiche e ai centri polifunzionali, alle sale parrocchiali, entra allora in antiche dimore non sempre aperte al pubblico, come Villa Mauroner a Tissano e Villa Orgnani a Sevegliano. Radunerà gli spettatori al fresco dei Giardini, a Sottoselva e a Villa Vicentina, o nell’Androne di Gonars. A Visco, si apriranno le porte del Museo sul confine, ad Aquileia quelle di Palazzo Meizlik. Quando scende la sera, si darà appuntamento per alcuni eventi in Piazzetta San Martino, antico borgo medioevale a Terzo d’Aquileia, o nella Piazza dei Cavalieri di Malta a Ruda. A Bagnaria Arsa, Teatro nei Luoghi utilizzerà gli spazi ampi del Lascito Paola Dal Dan, già destinati a tante attività sociali e comunitarie.

Nel suo viaggio attraverso i “luoghi”, la rassegna poterà in tour – per un totale di 34 replichetre spettacoli teatrali, produzione di teatrino del Rifo, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG e Associazione Mamarogi.

Si incomincia con La Stazion di Vierte  – Cônte Fantascientifiche Par Furlan  uno spettacolo di e con Giorgio Monte, autore, attore e regista del teatrino del Rifo.

Viarte è la primavera, in friulano. E Stazion di vierte è un viaggio che inizia proprio in un giorno di primavera.

Racconta del nostro razzismo quotidiano. Non solo quello che riempie le pagine di quotidiani e televisioni, ma soprattutto del razzismo che si insinua e nutre le nostre opinioni, convinzioni e pregiudizi.  Stazion di Viarte parla inevitabilmente del futuro che ci stiamo costruendo, di un futuro delle nostre società trasformate da conflitti, guerre, migrazioni, che si interrogano su come essere inclusive.

Prossime repliche: 12 maggio, Bicinicco (centro Polifunzionale); 16 giugno, Aiello del Friuli (Sala Civica), 22 giugno, Aquileia (Cortile di Palazzo Meizlik), 28 giugno, Gonars (Androne di Gonars),  30 giugno, Trivignano Udinese (Sala Parrocchiale), 8 luglio, Terzo d’Aquileia (Piazzetta San Martino), 19 agosto, Cervignano (Giardino della Biblioteca – Casa della Musica), 26 agosto, Villa Vicentina, Giardino area ex scuole elementari), 27 agosto, Palmanova (Jalmicco).

Manuel Buttus è invece il protagonista di Cannibali brava gente – Jackpot Mi(g)lionario, una produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con il teatrino del Rifo.

Cannibali brava gente prova a mettere a fuoco la realtà  che si cela dietro al diffondersi della ludopatia, la dipendenza da gioco d’azzardo.   Il testo drammaturgico – scritto da Giorgio Monte – ci mette in ascolto delle storie di tre giocatori.

Roberto, Antonio, Mario.  Un operaio, un manager, uno studente. Persone con una famiglia, un lavoro, dei progetti di vita, come tutti. Persone che si sono illuse di cambiare vita, e che il gioco, la vita, gliel’ha cambiata veramente.

Tre storie emblematiche che raccontano un fenomeno sociale impressionante, con centinaia di migliaia di giocatori che iniziano a giocare per caso e diventano giocatori compulsivi che non riescono a smettere e continuano a perdere.

Per affrontare e mettere a fuoco il tema del gioco d’azzardo – una delle cosiddette nuove dipendenze che sta coinvolgendo sempre più persone, di tutte le età ed estrazioni sociali, e purtroppo , sempre più giovani passati con facilità dai videogiochi di casa, a quelli delle sale giochi e alle slot machine – il teatrino del Rifo ha potuto contare sulla consulenza scientifica dei medici e operatori della A.A.S. n. 2 “Bassa Friulana-Isontina” – Struttura Complessa Alcologia e Dipendenze Patologiche Palmanova-Latisana.

Prossime repliche:  29 aprile San Vito al Torre (Sala Parrocchiale), 4 maggio Gonars (Sala Polifunzionale di Fauglis), 5 maggio Trivignano Udinese (Sala Parrocchiale), 13 maggio Aiello del Friuli (Sala Civica),

19 maggio Campolongo Tapogliano (Salone Municipale), 20 maggio Visco (Oratorio Parrocchiale),  21 maggio Cervignano del Friuli (Casa della Musica), 25 maggio Ruda (Sala Consiliare), 27 maggio Bicinicco (Centro Polifunzionale),  9 giugno Terzo di Aquileia (Piazzetta di San Martino, in caso di maltempo Sala Consiliare), 1 luglio Chiopris Viscone (Canonica della Parrocchia), 6 luglio Aquileia (Cortile di Palazzo Meizlik, in caso di maltempo Sala Consiliare), 7 luglio Bagnaria Arsa (Villa Orgnani – Sevegliano, in caso di maltempo Salone Scuole Elementari di Sevegliano), 15 luglio Villa Vicentina (Giardino fronte edificio Ex scuole elementari),  20 agosto Palmanova (Località Sottoselva – Sala della Comunità, Giardino esterno).

Teatro nei Luoghi ospiterà il debutto di Effe come, una nuova produzione dell’Associazione Mamarogi. Scritto e diretto da Maurizio Zacchigna Effe come è un’incursione semi-seria in un mondo che inizia con la “effe”, un mondo “femminile”, che passa per “finzione”, “fashion”, “fondotinta”, “fragilità”, “fabbrica”, “fata” e “fiore”. Un microcosmo popolato di donne, che prende forma grazie a due attrici  – Maria Grazia Plos e Roberta Colacino – in un confronto di sguardi, generazioni, sensibilità.

Effe come racconta di un ­filo invisibile che unisce tra loro le tappe della vita di una donna. Questo filo è legato stretto al suo corpo. Ma non è lei ad annodarselo. A lei viene solamente suggerito di seguirlo.

È un ­filo subdolo che compare ­fin da quando lei è ancora una bambina.

Prossime repliche: 26 maggio Chiopris Viscone (Sala Polivalente – Ex scuole elementari), 1 giugno Visco (Giardino esterno Museo Sul Confine),  11 giugno Fiumicello (Sala Bison),  27 luglio Ruda (Piazza Cavalieri di Malta  – in caso di maltempo Sala Consiliare), 28 luglio Bagnaria Arsa (Lascito Paola Dal Danin caso di maltempo Salone Scuole Elementari di Sevegliano).

 

CALENDARIO DEGLI SPETTACOLI – ingresso libero

CANNIBALI BRAVA GENTE
JACKPOT MI(G)LIONARIO
un monologo con Manuel Buttus
drammaturgia Giorgio Monte
una produzione Teatrino del Rifo / CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
con la partecipazione di Bluenergy e con la collaborazione scientifica di A.A.S. n. 2 “Bassa Friulana-Isontina” – Struttura Complessa Alcologia e Dipendenze Patologiche Palmanova-Latisana 

 


LA STAZION DI VIERTE
CÔNTE FANTASCIENTIFICHE PAR FURLAN
di e con Giorgio Monte
una produzione teatrino del Rifo


EFFE COME

con Maria Grazia Plos e Roberta Colacino
drammaturgia e regia Maurizio Zacchigna
una produzione Associazione Mamarogi