venerdì 31 ottobre 2014 ore 21:00

Pitecus

Prosa


di Flavia Mastrella Antonio Rezza
con Antonio Rezza
(mai) scritto da Antonio Rezza
un Habitat di Flavia Mastrella
disegno luci Maria Pastore

Pitecus racconta storie di una moltitudine di personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, mentre sublimi cattiverie rendono comici anche argomenti delicati.
La gente  di Pitecus è molto colorata, sono personaggi che si muovono nervosi e assumono forme mitiche e caricaturali, quasi fumettistiche.
C’è Gidio il recluso, Fiorenzo l’uomo limbo, il professor Stella, videodittatore dipendente. E poi c’è Saverio, disinvolto ed emancipato, che prende la vita così come viene, cosciente del suo fascino fuggevole. Mirella prega intensamente le divinità per essere assunta alle poste, Roscio, di nome e di fatto, frequenta una nuova compagnia di amici che lo sbeffeggiano a tracotanza.

Antonio Rezza e Flavia Mastrella sono uniti da vent’anni da un sodalizio artistico genialmente folle, che spazia dal teatro al cinema alla televisione. Rezza è un attore e performer sempre alla ricerca di nuove strade espressive, divertenti e antinarrative. Mastrella ha messo al servizio del teatro il suo talento di scultrice e artista visiva e, da dietro le quinte, crea le scene e le macchine celibi degli spettacoli di Rezza.
Per Pitecus, Flavia Mastrella ha dunque creato una scenografia mista al costume dove ogni storia ha il suo habitat, ogni personaggio un corpetto diverso e mortificato. I personaggi di Pitecus fanno così capolino dalle fessure e dai buchi dei vasi di stoffa variopinti; le “capoccette pensanti”  interpretate da Antonio Rezza spuntano e si alternano dalle sete, dalle reti e dalla juta dando il senso di quartieri popolari affollati dove il gioco e la fantasia alzano il vessillo dell’incomprensione media.

ve lo consigliamo perché …
Pitecus si scaglia contro la cultura dell’assopimento e della quiescenza creativa.