martedì 29 / mercoledì 30 gennaio 2019

Schermi, se li conosci non li eviti

ContattoTIG 2018/2019

dai 16 ai 18 anni – scuola secondaria di II grado

 

conferenza spettacolo di e con Lorella Zanardo
produzione Catalyst – Start.Tip – Firenze

PROGETTO SPECIALE – SCHERMI con Lorella Zanardo

Il progetto speciale SCHERMI è dedicato ai ragazzi e alle ragazze più grandi delle scuole secondarie di II grado e ai loro insegnanti e nasce dalla necessità di fornire strumenti critici per affrontare consapevolmente il rapporto con gli schermi con cui tutti noi ci relazioniamo quotidianamente su tutti i device a disposizione.
Il progetto è curato dalla maggiore esperta italiana del settore: Lorella Zanardo.
Ai ragazzi e alle ragazze è dedicata la sua conferenza spettacolo SCHERMI: Se li conosci non li eviti, mentre gli insegnanti potranno frequentare il laboratorio Nuovi occhi per i media, al fine di acquisire strumenti per poter sviluppare e gestire dibattiti, analisi ed esercitazioni in classe.

CONFERENZA-SPETTACOLO

Schermi: Se li conosci non li eviti è una conferenza spettacolo per imparare a guardare le immagini in modo consapevole.
Dall’hatespeech, al cyberbullismo agli stereotipi alle notizie false, consapevoli che non serve vietare, serve educare.
Nell’epoca delle reti digitali e della connessione senza fine, fornire strumenti di interpretazione dei media ai ragazzi e alle ragazze è una necessità per lo sviluppo democratico del Paese.
Guardare attraverso i tanti schermi dei mezzi di comunicazione insieme a loro, significa anche e soprattutto insegnare.
Insegnare come si acquisisce un punto di vista autonomo; come si diventa cittadini e cittadine responsabili e in grado di far valere i propri diritti; come si può ricercare una comunicazione più efficace e rispettosa di tutti.
SCHERMI: Se li conosci non li eviti utilizza numerosi video e immagini e mostra, con la visione condivisa di esempi salienti tratti da Internet, dalla Tv, dalla Pubblicità e dall’Informazione, le tecniche di funzionamento delle immagini e delle parole; coinvolge su concetti e casi specifici; stimola con esempi e proposte orientate all’uguaglianza e alla consapevolezza.
L’azione sul palco è condotta da Lorella Zanardo, che racconta, evoca, ricostruisce, l’immaginario presente sugli schermi quotidiani. Zanardo da anni incontra studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado guidandoli alla comprensione dei principali temi riguardanti i mass media, la differenza di genere e la cittadinanza attiva. Il suo stile è caratterizzato da grande empatia e dalla capacità di coinvolgimento.
Scrittrice, documentarista e docente, è nota al pubblico per il video-documentario Il Corpo delle Donne e l’omonimo libro edito da Feltrinelli ed è l’ideatrice del percorso educativo Nuovi Occhi per i Media, che ha già introdotto all’Educazione ai Media più di 50mila studenti.

LABORATORIO PER INSEGNANTI
NUOVI OCCHI PER I MEDIA condotto da Lorella Zanardo

30 gennaio 2019
ore 14.30-18.30
Casa della Musica – Cervignano del Friuli

31 gennaio 2019
ore 14.30-18.30
Teatro S. Giorgio – Udine

Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti

I partecipanti acquisiscono le capacità per poter sviluppare e gestire dibattiti, analisi ed esercitazioni sui principali temi della rappresentazione di genere nei mass media e dell’influenza che questa ha sulla vita reale.
La formazione fornisce loro la conoscenza di base degli elementi necessari per gestire criticamente i modelli mediatici di genere, analizzare gli stereotipi presenti nella comunicazione e promuovere attività per il loro superamento tramite la condivisione con gli alunni e la proposta di contro-stereotipi.
Le competenze trasmesse durante le lezioni permettono infatti di affrontare gli argomenti più urgenti del rapporto tra vita quotidiana e mass media:
– Squilibrio del rapporto tra realtà e finzione
– Stereotipi e discriminazioni di genere
– Oggettivazione e deumanizzazione
– Ipertrofia informativa
– Gestione dei comportamenti online
Queste competenze didattiche sono costruite a partire dalla trasmissione di alcune capacità basilari che sono applicabili in contesti differenti dell’attività didattica e relazionale in genere.
In particolare:
– Analisi dei testi audiovisivi (programmi tv, spot pubblicitari, film, videoclip, ecc)
– Analisi dei testi grafici (inserzioni pubblicitarie, fotografie, banner online, ecc)
– Decostruzione e contestualizzazione dei messaggi e dei contenuti mediatici
– Approfondimento dei temi e apprendimento degli strumenti dell’etica e dell’ecologia dei media