mercoledì 16 gennaio 2013 ore 21:00

Compagnia Junior Balletto di Toscana

Coppelia

Danza 2012/2013 Prosa 2012/2013

Balletto in un atto liberamente ispirato all’omonimo balletto del repertorio per nove coppie
direzione artistica Cristina Bozzolini
drammaturgia, regia e coreografia Fabrizio Monteverde
musica Leo Délibes

personaggi e interpreti
Coppelius: Siro Guglielmi / Nicola Simonetti
Coppelia: Debora Di Biagi / Sara Pennella
Franz: Martin Angiuli / Francesco Porcelluzzi
Swanilda: Charlotte Lazzari / Alessandra Berti
Amici: Alessio Marchini, Vincenzo Minervini, Francesco Porcelluzzi, Mattia Saracino, Salvatore Sciancalepore, Nicola Simonetti, Lorenzo Terzo
Amiche: Alessandra Berti, Valentina Galluccio, Giovanna Pagone, Alice Pellacini, Sara Pennella, Silvia Sisto, Laura Nicola Viganò

evento realizzato con il sostegno di
a.Artisti Associati – Circuito Danza Friuli Venezia Giulia

Il coreografo Fabrizio Monteverde ci propone Coppelia in una versione che non tenta riletture attuali di uno dei più celebri titoli del repertorio classico, ma che semplicemente ci racconta come una storia fra ragazzi d’oggi, piena di verve ed energia, l’amore di Franz e Swanilda e le sue gelosie per la bellissima Coppelia, la bambola meccanica creata dallo stravagante costruttore di giocattoli e mago del villaggio Coppelius. In questa Coppelia, il mago subisce una sorprendente metamorfosi: non è più un vecchio barbagianni, ma un tenero emarginato, giovane e maledetto, bello come il vampiro di Twilight, e maldestro come Edward Mani di Forbice! La sua Coppelia è una pupattola di carne, bella ma inerte, alla quale lui vorrebbe infondere la vita… Monteverde concentra tutto in 70 minuti, adottando un solare linguaggio contemporaneo per i valzer e le mazurche che hanno reso famoso “Coppélia” e per una compagnia di 18 giovanissimi splendidi danzatori, nel trionfo dell’adolescenza e dei suoi interpreti veritieri, così calorosamente dentro la parte di se stessi.

“C’è un angolo della mente che non riesce a razionalizzare la paura del diverso e di ciò che non conosciamo, mettendo in evidenza tutte le nostre paure, anche le più infantili. Il terrore di rimanere soli fa compiere tortuosi percorsi come in un racconto dell’orrore. Coppelia non è altro che il punto di partenza per un viaggio che ha come meta la ricerca dell’altro, ovvero, l’Amore.
E’ solo con questo indispensabile ingrediente che il sangue e la vita riescono a fluire dentro ad un corpo e a dare un senso all’esistenza.
La ricerca disperata di voler donare la vita è semplicemente la necessità di amare.”
Fabrizio Monteverde

BIGLIETTI

intero €18,00
ridotto aziendale e gruppi aggregati (min 10) €15,00 (scuole di danza)
ridotto giovani €12,00
biglietto ridotto €9,00 disoccupati e cassintegrati

Biglietteria